lunedì 11 ottobre 2010

IL VAJONT E LE PICCOLE COSE




La tragedia del Vajont avvenuta il 9 ottobre 1963 quando l'acqua della diga spazzò via interi paesi e spezzò la vita di oltre duemila persone, è raccontata anche ne "Le Piccole Cose".

LE PICCOLE COSE E IL VAJONT

Uno dei racconti è dedicato al Vajont. Si tratta de "L'ignoto", che narra la storia di Guido, un ragazzo nato con un'insolita malattia: perde la memoria di ciò che ha fatto o detto giorno dopo giorno, in pratica per lui ogni giorno è come iniziare la vita da capo, senza sapere cos'ha fatto il giorno precedente.

GUIDO E IL VAJONT

Per questa sua caratteristica Guido viene chiamato "L'Ignoto", perchè gli è ignoto il passato recente, è appunto ignoto a se stesso. Fino a quando, da militare, viene mandato a scavare tra ciò che rimane del dopo Vajont. Troverà tra la melma una cassettina gialla di un bambino morto nel disastro.

LA CASSETTINA GIALLA E LA MEMORIA DI GUIDO

Magicamente quell'oggetto servirà a Guido. Scioccato dall'enormità del disastro, commosso per quella cassettina che non ha più padrone, Guido guarisce e ricorda il suo passato. Vorrebbe ora regalare il suo oblio, la sua malattia, a quanti stanno soffrendo per i loro cari, almeno per alleviare un poco il dolore.

Nessun commento:

Posta un commento