mercoledì 4 luglio 2012

SULLA PELLE VIVA, IL VAJONT RACCONTATO DA TINA MERLIN




Tina Merlin era la giornalista de “L’Unità” che per prima raccolse le preoccupazioni della gente di Erto e Casso in merito alla creazione della diga del Vajont. Il prima del 9 ottobre 1963 è raccontato dalla stessa Merlin nel libro “Sulla pelle viva” con tutti i retroscena della vicenda che costò la vita ad oltre 2.000 persone, lo sradicamento dai paesi di molte altre. Anche ne “Le Piccole Cose” si parla del Vajont, con al vicenda di Guido, un ragazzo che non ricorda nulla da un giornoall’altro e che solo dopo aver preso parte ai soccorsi (anche se in realtà non c’era più nessuno da soccorrere) a Longarone inizia a ricordare la sua vita.

Nessun commento:

Posta un commento