venerdì 15 febbraio 2013

MARIO E LA SECONDA GUERRA MONDIALE CHE POSE FINE AI SUOI SOGNI




Mario è uno dei protagonisti di uno dei racconti de “Le Piccole Cose”. È un giovane ventenne che suo malgrado è costretto a lasciare il suo paese e partire per la guerra, in questo caso la seconda guerra mondiale. Lo si ritrova prima sul fronte greco-albenese poi in Russia. Tra una tappa e l’altra Mario conosce Hadassah, una giovane come lui, ebrea, perseguitata dalle leggi razziali e che vive ogni giorno l’incubo di essere deportata nei campi di concentramento. I due s’innamorano ma la guerra li separerà: Mario risulterà disperso nella gelida steppa russa, Hadassah vivrà l’orrore dei campi riuscendo a sopravvivere, ma senza mai più rivederlo. Non è una storia inventata, la raccontava mio nonno, pure lui soldato sul fronte albanese e che, per una scheggia di bomba che aveva nella gamba, scampò all’inferno russo.

Nessun commento:

Posta un commento